Partecipa al prossimo evento LIVE!
Perché VA® Per chi VA® Risorse gratuite Prodotti Blog Inizia qui Login

[ Fai pubblicità? Le “3 T” del Traffico che devi conoscere prima di investire anche 1 solo euro in pubblicità ]

Immagina di aver costruito con soldi, tempo e fatica un’accogliente casa per te e per la tua famiglia. 

Era il tuo sogno, ci lavoravi da tanto tempo e non vedevi l’ora di godere dei frutti di questo posto che chiami casa.

Un bel giorno però, quando meno te lo aspetti senti bussare alla porta e ti trovi davanti un funzionario del comune che ti consegna una busta con l’avviso di sfratto: devi lasciare la casa.

Il terreno sul quale avevi costruito il tuo sogno, dove avevi costruito la tua casa, non era tuo. Non avevi un diritto di proprietà.

 

Sembra un incubo vero? 

A pensarci, a leggere queste parole, non faresti mai una cosa del genere giusto?

Non costruiresti mai casa tua, non metteresti mai i tuoi soldi e i tuoi sforzi di una vita sulla costruzione di una casa senza prima verificare di possedere effettivamente quel terreno.

Anche perchè vorrebbe dire perdere tutto il tuo investimento e dover ricominciare da zero, a volte da sotto zero.

Per quanto drammatico questo possa sembrarti, tieniti forte, è esattamente quello che accade nella maggior parte delle campagne pubblicitarie che imprenditori e liberi professionisti fanno.

Investono i propri soldi per rivolgersi ad un traffico (ovvero una tipologia di pubblico) freddo e poco interessato, di cui non controllano e non possiedono nessun dato, nessuna informazione, che è l’equivalente di costruire casa sul territorio altrui.

Un esempio lampante di questo è quando fai pubblicità sui cartelloni per strada, sui volantini, in radio o in tv. perchè tu dirai?

...lo fanno anche i brand più importanti.

Si, infatti. I brand più importanti hanno un sacco di budget che possono permettersi di sprecare.

 

Ma tu che non hai budget da sprecare, quanto di quel traffico, quante di quelle persone che vedono il tuo annuncio o la tua pubblicità potrai ricontattare o saprai che azione hanno compiuto? Zero.

Solo una minuscola percentuale che magari ti avrà visto e riconosciuto in tv si ricorderà di te.

O sei la Barilla e puoi passare ogni giorno sulle reti più importanti (dimmi tu, oggigiorno quali sono le reti più importanti…) oppure fare un “one spot” (un’unica pubblicità in tv)  senza strategia, ti costerà solo tempo, soldi ed energie.

Di questo te ne parlo in questo video:

 

 

Ora però facciamo un micro passo indietro. 

Parleremo di Traffico. Ma cos’è il Traffico?

No, non quello in tangenziale 😊

Il “traffico” sono le persone che riesci a raggiungere e toccare con il tuo messaggio.

Ci sono “3 T” che devi assolutamente conoscere prima di investire anche un solo euro in pubblicità.

 

LE 3T DEL TRAFFICO:

 

1. TIPOLOGIA: Il traffico può essere organico o a pagamento.

Il pubblico interessato alla tua offerta infatti lo puoi raggiungere in 2 modi:

  • Traffico organico: tutti coloro che raggiungi in maniera gratuita.
  • Traffico a pagamento: tutte le persone che raggiungi spendendo soldini

 

2. TEMPERATURA:

Le persone che raggiungi, grazie al traffico organico e a pagamento, possono avere nei confronti del tuo brand / prodotto / servizio, 3 temperature.

Il traffico può essere:

  • Freddo
  • Tiepido 
  • Caldo

Cosa li differenzia? 

Traffico freddo: rappresenta tutti quelli che posano gli occhi per la prima volta o tra le prima volte su un tuo contenuto, un tuo video, un tuo post e non ti stanno seguendo (nel mondo online) o comunque che vedono per la prima volta il tuo brand o il tuo messaggio su un cartellone, volantino, radio…(nel mondo offline)

 

Traffico tiepido: tutti quelli che in qualche modo hanno iniziato a seguirti, ti conoscono. Non sono ancora tuoi clienti, però inizi ad essergli familiare, sanno che esisti.

Si tratta di tutte quelle persone che non necessariamente sono pronte per acquistare i tuoi prodotti, ma che aprono volentieri le tue email, leggono il tuo blog, guardano dei tuoi webinar…

persone che sanno che esisti, che ti apprezzano e che apprezzano ciò che fai.  

 

Traffico caldo: un traffico interessato, che ha mostrato e dimostrato interesse. Ma come lo ha dimostrato? 

Questo è un traffico attivo. si tratta di persone che ti hanno dato una delle due risorse più importanti: Tempo o soldi. o entrambe.

Potrebbero infatti aver effettuato il primo acquisto o potrebbero aver compilato dei questionari (fondamentali per la tua attività e per conoscere il cliente) averti lasciato i loro dati e probabilmente aver richiesto una Consulenza.

 

Quindi secondo te tutta la mole di traffico organico o a pagamento che generi è meglio che tocchi un pubblico freddo, un pubblico tiepido o un pubblico caldo? (...soprattutto quando investi in traffico a pagamento per fare pubblicità)

Non c’è dubbio vero?

E' molto meglio arrivare almeno ad un pubblico tiepido che ha già sentito parlare di te, che ha già visto il tuo sito, che ha già letto il tuo blog o che ha già cliccato su qualche tuo video.

Immagino che mi dirai: “molto bello, ma come faccio io a sapere chi apre le hi visita il mio sito web? Chi interagisce con i miei contenuti? Chi guarda i miei video e per quanto tempo?! E’ possibile?

E’ possibile! 

Esistono sistemi e strategie per “registrare” ogni situazione che si verifica sui tuoi canali e verso i tuoi contenuti.

Ne parliamo al Vendita Automatica LIVE, un evento che non puoi perderti se vuoi iniziare ad avere il tuo pubblico e i tuoi investimenti sotto controllo.

Trovi tutti i dettagli della prossima edizione qui:  www.VaiLive.com

Ma ti ho parlato di 3T per cui dopo Tipologia di Traffico e Temperatura del traffico, passiamo alla terza T.

 

3. TERRITORIO:

Questo probabilmente è il concetto più importante di tutti, stai attento.

Abbiamo detto che puoi ottenere traffico in maniera organica o a pagamento, e che puoi arrivare ad un traffico freddo, tiepido e caldo.

Il territorio del traffico non è altro che il luogo dove tutti i tuoi sforzi vanno a convogliare. Può essere di tre tipi:

  • Che NON controlli
  • Che controlli 
  • Che possiedi

Nel primo caso ti ho parlato di un territorio che non controlli, e che ahimè è quello su cui quasi tutti gli imprenditori “costruiscono casa”. 

Secondo te quante persone leggono i cartelloni? o i volantini? o i giornali? quante persone ascoltano veramente il tuo annuncio in radio? non lo sai e non potrai mai saperlo. Tutto quel traffico, quel pubblico che potenzialmente raggiungi, NON lo controlli.

C’è un territorio che invece controlli, come per esempio il tuo gruppo Facebook o la tua pagina Facebook...

Sai quanti sono i fan, sai quante sono le visualizzazioni dei tuoi video, sai quante persone interagiscono, sai per quanto tempo viene visto il tuo video...quindi puoi "controllare" anche il traffico.

Ma che significa controllare il traffico?

Significa che puoi direzionarne le azioni. Hai tutta questa serie di dati, di informazioni, che abbiamo appena citato, che sono in tuo possesso ma non sono necessariamente di tua proprietà.

Che significa? Se domani a monte del processo, in questo caso il famoso Zuckerberg, decide che devono essere chiusi tutti i gruppi Fb o le pagine Fb, tu perderesti tutto lo sforzo fatto fino a quel momento.

Ecco che arriviamo al traffico più potente di tutti sul quale dovresti focalizzare i tuoi sforzi e i tuoi investimenti sempre. Traffico che possiedi in un territorio tuo.

Ossia il consenso specifico delle persone di essere ricontattati, il consenso di possedere quei dati, il consenso di trattare i loro dati (nome, cognome, numero di telefono, email…)

Devi possedere i dati sensibili del traffico giusto, del traffico interessato alle tue offerte.

Questo è l’unico modo per “costruire casa” in modo sicuro. Costruirla sul territorio proprio.

Invece cosa ti dicono di solito?

 

Ti dicono: fai pubblicità sui giornali! Passa in radio! 

Quindi? Quindi Traffico a Pagamento.

Per rivolgerti a chi? Qualcuno che ti conosce? No

Quindi Traffico Freddo.

Ma almeno puoi controllarlo? Puoi sapere chi ascolta o legge cosa? NO

Traffico che non controlli.

 

Insomma, la peggior combinazione possibile.

Quello che è necessario per la tua sopravvivenza, per fidelizzare chi ha già apprezzato ciò che proponi, è possedere il più possibile il tuo traffico, centralizzando in un unico sistema i dati e la reportistica.

Quindi è sbagliato fare pubblicità a pagamento? Assolutamente no.

Devi fare anche pubblicità a pagamento.

Ma devi essere in grado di controllare quello che succede al tuo investimento senza sprecare nemmeno un centesimo del tuo budget. 

Con gli strumenti e la strategia giusta sei in grado di calcolare e prevedere il tuo ritorno sull’investimento. Il ROI è l’unica cosa che ti deve interessare quando fai pubblicità. Non la notarietà… non la copertura… non altre cose che ti raccontano ma quanto stai investendo e quanto stai generando.

Se vuoi capire come imparare a gestire e controllare i tuoi investimenti in pubblicità e come impostare una campagna in modo magnetico, allora ti aspetto al prossimo evento Vendita Automatica LIVE.

Clicca qui sotto e scopri le informazioni sulla prossima edizione di Vendita automatica LIVE: www.VAILIVE.com

A presto!

 

ACCEDI ALLA COMMUNITY DI 
VENDITA AUTOMATICA:

Il gruppo Facebook che ti aiuterà ad acquisire e mantenere nuovi clienti online, senza spendere tempo e soldi in tentativi inutili!

ACCEDI ALLA COMMUNITY
Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.